Sciopero bianco sulla Roma-Viterbo? NO!! Si tratta solo di carenza gestionale. | UIL Trasporti Lazio

Sciopero bianco sulla Roma-Viterbo? NO!! Si tratta solo di carenza gestionale.

Siamo di fronte alla classica bolla mediatica, che tende a trasformare gli eventi e le persone in uno spettacolo da far fagocitare all’utenza.

Nessuno “sciopero bianco” da parte delle lavoratrici e dei lavoratori, che – piuttosto – stanno facendo il massimo, con quello spirito di abnegazione che li ha sempre contraddistinti e che ha permesso fino a oggi di espletare il servizio, seppur lacunoso, nonostante le criticità del settore e le incompetenze ampiamente dimostrate del management che ha diretto negli ultimi anni le linee ferroviarie ex-concesse.

Da sempre denunciamo carenze di personale di macchina, di stazione e di figure manutentive, ormai quasi estinte (al punto da dover chiudere le officine di domenica e festivi).
L’obsolescenza dei pochi treni ancora in esercizio, che in questi mesi di caldo torrido diventano fornaci, sono il risultato della gestione messa in campo dal management aziendale. La realtà è questa, e i problemi hanno nomi e cognomi.

Come rappresentanti dei lavoratori abbiamo puntualmente rappresentato e cercato di risolvere le questioni, suggerendo idee atte ad affrontare le problematiche in essere, soprattutto in considerazione, a nostro avviso, dell’importanza strategica e dell’utilità del servizio per utenti e lavoratori, che, nonostante subiscano spiacevoli aggressioni scaturite dai continui disservizi certamente non imputabili a loro, continuano quotidianamente a essere collaborativi anche oltre il dovuto, in quanto vivono tali inefficienze sia come dipendenti che come utenti dei servizi di trasporto.

 

L’UNICO SCIOPERO BIANCO È QUELLO DI CHI HA GESTITO FINO A OGGI!

Nel merito delle considerazioni espresse dalla testata giornalistica,   Filt Cgil, Fit Cisl, UilTrasporti, Ugl Fna rispondono con una nota; nessuno sciopero bianco da parte del personale Ferrovia Roma – Viterbo; piuttosto, scelte scellerate dei Responsabili, treni vetusti, infrastrutture senza manutenzione provocano  danni al servizio e all’utenza.

È divenuta ormai un’abitudine, una pessima abitudine, attribuire ai lavoratori la responsabilità di anni di malagestione dell’azienda pubblica di trasporto a Roma. Mancanza d’investimenti, incompetenza del management inadeguato e strapagato, sperperi, carenza di progettualità della politica di turno hanno fatto del trasporto pubblico della capitale il servizio peggiore che Roma abbia mai avuto.

Cosi in una nota le Segreterie di Filt Cgil, Fit Cisl, Uiltrasporti, UglFna.
Scenario questo percepito anche dal più disattento utente della Roma Viterbo e che non viene evidenziato nell’articolo di La Repubblica apparso oggi, come anche non si ravvede in quello di qualche giorno fa riferito alla Roma-Lido.

Si proclama, invece, con accenti giornalistici eclatanti un fantomatico sciopero bianco orchestrato dai macchinisti per protesta.
Oggi che si è compiuta la cessione delle ex ferrovie concesse a Cotral e Astral, quale interesse avrebbero i macchinisti a creare ulteriori disservizi, tenendo conto, lo dobbiamo sottolineare, che sono solo loro, da sempre, a pagare lo scotto delle reazioni di un’utenza esasperata da continui ritardi, soppressioni e treni troppo vetusti e insicuri!
Stiamo assistendo a una  vergognosa campagna mediatica orchestrata ai danni dell’anello più debole della catena. Un trasporto pubblico da rinnovare e riformare porterebbe benefici auspicati, con l’immenso piacere di chi vi opera ogni giorno,  con fatica e preoccupazione.

“Giù le mani dai lavoratori!!!”

Concludono i sindacalisti

  INFORMAZIONI  

ORARI UFFICI SEGRETERIA REGIONALE

LUNEDI’ – GIOVEDI’

09:00-13:00 / 14:00-18:00

VENERDI’

09:00-13:00 / 14:00-15:00


ORARI SERVIZI CAF/PATRONATO

LUNEDI’ – VENERDI’

08:30-12:30 / 14:00-16:30


Contatti

TEL. 06.7698021

FAX. 06.76965066