Comunicazione Assemblea Presidio lavoratori Atac – Metro A/B | UIL Trasporti Lazio

Comunicazione Assemblea Presidio lavoratori Atac – Metro A/B

Sentiamo parlare continuamente di quanto sia importante, a maggior ragione in costanza della pandemia, mantenere le misure di sicurezza e, tra queste, garantire priorità alla pulizia ed alla sanificazione delle stazioni e dei mezzi nell’ambito del trasporto pubblico locale.

Ogni volta ascoltiamo discussioni su distanze di sicurezza, pulizia, controllo dei green pass a bordo ma tutto questo avviene nella completa indifferenza di tutto ciò che riguarda i lavoratori che, quotidianamente, garantiscono queste condizioni a tutela della cittadinanza romana.

Questa volta a pagare le spese di questo disinteresse sono i 300 lavoratori che puliscono e sanificano la linea A e B della Metro, dipendenti delle società che si aggiudicano la gestione del servizio che la committenza Atac conferisce in appalto.

Dopo anni di difficoltà per la pessima gestione aziendale e per le mancate verifiche della stessa da parte di Atac, il commissariamento della società appaltatrice, la rinuncia al servizio da parte dei Commissari e il passaggio di gestione dello stesso ad una nuova società, i lavoratori stanno aspettando il pagamento della tredicesima delle spettanze finali, del trattamento di fine rapporto e dello stipendio che avrebbero dovuto ricevere al massimo entro oggi.

Filcams Cgil, Fisascat Cisl e Uiltrasporti, già dallo scorso mese di novembre, hanno sollecitato tutti i soggetti coinvolti, il Tribunale competente di Reggio Calabria, i Commissari incaricati, la committente Atac ad assicurare i pagamenti dovuti nei tempi previsti contrattualmente per consentire il sostentamento dei lavoratori e delle loro famiglie, per consentirgli di svolgere le attività richieste con la necessaria serenità con la quale auspicavamo potessero trascorrere anche le prossime festività natalizie.

E, invece, nessuna risposta. Questi lavoratori sono stati completamente ignorati ed i loro diritti continuano ad essere negati da chi, ognuno per la responsabilità che gli compete, dovrebbe garantirglieli.

Siamo stanchi di questo atteggiamento noncurante nei confronti di lavoratori che garantiscono servizi essenziali per la città e chiediamo che il Comune di Roma, attraverso l’Assessorato alla mobilità, che è stato informato di quanto sta accadendo, intervenga nei confronti della propria società partecipata che gestisce il trasporto pubblico locale.

E’ necessario che, nel determinare le condizioni del sistema di garanzia della qualità del servizio da rendere ai cittadini, non si prescinda dalla correttezza della gestione degli appalti, dalla verifica delle condizioni dei lavoratori e della qualità del loro lavoro che, certo, deve contemplare il rispetto dei loro diritti a partire da quello di percepire lo stipendio.

Venerdì mattina saremo in presidio di fronte alla sede dell’Atac di Via Prenestina perché pretendiamo risposte e certezze per i lavoratori che devono essere assicurate a partire dalla committenza Atac.

Filcams Cgil Roma Lazio

Fisascat Cisl Roma Capitale e Rieti

Uiltrasporti Lazio

  INFORMAZIONI  

ORARI APERTURA UFFICI SEGRETERIA

LUNEDI’ – VENERDI’

08:30-13:00 / 14:00-17:30


ORARI APERTURA SERVIZI CAF/PATRONATO

LUNEDI’ – VENERDI’

08:30-12:30 / 14:00-16:30


Contatti

TEL. 06.7698021

FAX. 06.76965066